Reggio Emilia, arrestato imprenditore di prodotti agricoli: in casa 80 kg di marijuana

Aveva in casa un vero e proprio magazzino per la produzione ed il confezionamento di marijuana, l’imprenditore 40enne originario di Reggio Emilia arrestato ieri dai carabinieri della compagnia di Guastalla.

Mentre svolgeva alla luce del sole la sua attività da professionista, gestendo un negozio che operava nel campo delle macchine, delle attrezzature e dei prodotti per l’agricoltura, l’uomo aveva avviato parallelamente la sua opera illegale. Nella sua casa sono stati trovati all’incirca 70 chilogrammi di stupefacente: 40 kg di marijuana e 30 di hashish per un valore commerciale che si aggira tra gli 800 mila ed il milione di euro. Assieme alle sostanze, gli uomini delle forze dell’ordine hanno recuperato anche 18.000 euro in contanti e una serie di macchinari atti al confezionamento della droga: macchine per il sottovuoto, per saldare le confezioni di cellophane, 300 sacchetti di cellophane. Oltre a ciò, un bilancino di precisione, una macchinetta conta soldi, acceleratori della crescita, fertilizzanti, barattoli di concime e antiparassitari. Una vera e propria filiera produttiva.

Svolta tutte le formalità del caso, l’uomo è stato condotto in carcere, dove si trova in attesa di processo per produzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

G.c.