Hostess riconosce sull’aereo il trafficante di esseri umani e salva una ragazza

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:48

L’intuito può salvare la vita di una persona. Lo sa bene Sheila Frederick, 49 anni ed hostess di professione, che ha salvato la vita ad una giovane schiava del traffico di esseri umani. Sheila si trovava sul volo da Seattle diretto a San Francisco, quando ha notato una coppia di passeggeri che ha attirato la sua attenzione. Erano un uomo di mezza età, vestito in maniera distinta ed elegante, ed una ragazzina di 14 o 15 anni, vestita in maniera più sciatta, spettinata e dall’aria triste.

Sheila ha subito notato che qualcosa non andava. “Ero sicura che ci fosse qualcosa di strano. Lui era ben vestito e molto curato, mentre la ragazza era triste e spettinata” ha sostenuto l’hostess. Inoltre quando la donna ha cercato di aprire una conversazione con i due, ha notato subito la reticenza della ragazza e l’atteggiamento sulla difensiva dell’uomo.

L’assistente di volo ha quindi lasciato un biglietto in bagno per la ragazza, al quale lei ha risposto: ‘Ho bisogno d’aiuto’.
Così l’hostess ha immediatamente contattato la polizia di San Francisco, che ha arrestato l’uomo una volta atterrati allo scalo.
Il personale di bordo degli USA viene addestrato dal 2009 a riconoscere i casi di traffico di esseri umani. Solamente nel 2016 almeno 400 persone ridotte in schiavitù sono state salvate e sono stati arrestati 2000 trafficanti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!