Florida: ragazza cacciata dall’aereo a causa della scollatura troppo “Generosa”

Si fa presto a parlare di protezione dei diritti delle donne quando si prende posizione sul burqa o i tipici indumenti islamici, ma spesso si tradisce l’ipocrita senso di giustizia quando si tratta di donne europee. Non è una novità infatti che in molti giustificano comportamenti sessualmente violenti (intesi anche come commenti irriguardosi) o sprezzanti nei confronti delle donne accusando le ragazze di indossare vestiti troppo provocanti. Fino ad oggi, però, quelle che possono essere considerate chiacchiere retrograde tra amici al bar non si erano concretizzate in veri e propri atti di discriminazione come nel caso di Brenda, 21enne americana costretta a scendere dall’aereo per la scollatura troppo provocante.

Brenda ha raccontato al programma televisivo ‘Inside Edition‘  di aver preso un volo della ‘Spirit Airlines‘ per andare da New Orleans a Fort Laurendade (Florida) e che, non appena salita sull’aereo, le si è avvicinata uno steward che le ha chiesto di coprirsi: “Ha detto che il mio corpo era troppo esposto… Sono sicura che se avessi avuto un seno meno prosperoso, non mi avrebbero chiesto di coprirmi”. Se ciò non bastasse l’hanno persino accusata di essere ubriaca riuscendo alla fine a raggiungere il loro scopo.

In seguito alla denuncia in trasmissione, la compagnia aerea ha risposto alle accuse della cameriera dicendo che il suo abbigliamento non ha influito sulla decisione di farla scendere né sul comportamento dello steward, il quale si è visto costretto a cacciarla a causa delle lamentele degli altri passeggeri infastiditi dai suoi atteggiamenti chiassosi e probabilmente legati ad un consumo eccessivo di alcol.