Hamas minaccia Israele sui social con un video d’animazione

La recente legge approvata dal governo israeliano che di fatto legittima retroattivamente le colonie in Cisgiordania ha scatenato un polverone mediatico e politico internazionale, perché ha mostrato a tutti la politica espansionistica aggressiva che da anni il paese medio orientale sta attuando contro i palestinesi e le loro terre. In una situazione politicamente intricata e delicata come quella della striscia di Gaza, questa legge può essere vista come un atto di guerra a cui le frange estremiste di Hamas hanno risposto con un video animato che diffonde nuovamente l’odio verso Israele.

Il video in questione è stato diffuso sui social e dura poco più di due minuti nei quali vengono fatte diverse minacce: Hamas promette di bombardare le colonie in Cis Giordania, di uccidere tutti i soldati che supereranno la striscia di Gaza e di bombardare le principali città israeliane. Non vi è dubbio che queste nuove minacce siano state una risposta alla nuova legge dato che è stato diffuso pochi minuti dopo l’approvazione in parlamento, ma perché i diritti della popolazione palestinese vengano rispettati non dovrebbero essere necessarie dimostrazioni di forza.

Come dicevamo sopra, la decisione presa dal governo israeliano ha scatenato violente reazione, i membri dell’Onu hanno ribadito che viola le leggi di diritto internazionale, come confermato dal vice presidente Antonio Guterres che parlando della legge in questione ha detto: “E’ contraria al diritto internazionale e avrà conseguenze legali per Israele”.