Tempesta di neve nel Nordest USA, cancellati 2800 voli

Sono 2800 i voli cancellati negli Stati Uniti a causa della tempesta di neve che si è abbattuta in queste ore sulla costa Nordest degli USA.

Il maltempo sta imperversando senza sosta sulle zone costiere di New York, Boston e Filadelfia, e tantissimi aerei non hanno potuto alzarsi in volo per via delle fitte nevicate. I voli cancellati sono circa 2800, mentre le persone coinvolte dalla bufera sono più o meno 40 milioni. Nelle principali città del Nordest, tra cui proprio la Grande Mela, i cittadini si sono risvegliati sotto una fitta coltre di neve.

Tutte le scuole e molti uffici pubblici sono rimasti chiusi: stando a quanto riferito dai meteorologi, infatti, le precipitazioni dovrebbero andare avanti ancora per molte ore. Anche l’Onu è chiusa per neve: solo a New York sono attesi fino a 25 centimetri di neve.

A cogliere ancora di più di sorpresa le popolazioni del Nordest americano è stato l’arrivo della tempesta appena 24 ore dopo una giornata di caldo record per il periodo: nella Grande Mela la temperatura toccata era stata addirittura di 17 gradi, temperatura che è poi precipitata in un solo giorno scendendo fin sotto lo zero.

Intanto il governatore del Massachusetts, Charlie Baker, ha lanciato un appello ai cittadini, chiedendo di “non mettersi in strada a meno che non sia assolutamente necessario”.