Filippine, sisma da 6.5 di magnitudo: feriti ed edifici danneggiati

Un forte terremoto con 6.5 di magnitudo ha colpito la zona meridionale delle Filippine, causando disagi di diverso tipo, oltre che una immane paura: almeno due persone sono rimaste ferite, diversi edifici sono rimasti danneggiati e l’energia elettrica è venuta a mancare in parecchie zone. Nessun rischio per quanto riguarda eventuali tsunami.

Il sisma, causato dalla faglia sottostante l’area (ricordiamo che le Filippine si trovano sulla cosiddetta ‘Cintura di Fuoco’, zona a forte rischio sismico nell’Oceano Pacifico), ha colpito il paese di notte, costringendo parecchie persone ad alzarsi dai propri letti e causando attimi di vero e proprio panico, con centinaia di persone riversatesi nelle strade tra i pianti dei bambini.

“La scossa è stata così forte che ho avuto difficoltà a stare in piedi”, narra un testimone secondo quanto riportato da una fonte anglofona. Un officiale di polizia, raggiunto telefonicamente, ha a sua volta raccontato: “Ho temuto casa nostra stesse per crollare”.