Trump a Xi Jinping: “Onorerò la politica di una sola Cina”. Schiaffo a Taiwan

“Onorerò la politica di una sola Cina”. Con queste parole il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, mette fine ad un altro rapporto – quello con Taiwan – faticosamente creato nel tempo dal suo predecessore, Barack Obama.

Il tycoon ha avuto un lungo colloquio telefonico con il presidente cinese Xi Jinping: è stata la prima conversazione ufficiale tra i due da quando Trump è subentrato alla Casa Bianca.

Durante la telefonata, definita “lunga e cordiale”, Trump ha espresso la nuova politica degli USA, ovvero il riconoscimento di “una sola Cina”. Un cambio radicale rispetto al passato.

“I due leader hanno discusso numerosi argomenti e il presidente Trump, su richiesta del presidente Xi, ha concordato di onorare la nostra politica di una sola Cina – spiega in una nota la Casa Bianca – I due leader si impegneranno in discussioni e negoziazioni su varie questioni di reciproco interesse”. Un dialogo che va quindi ad allentare i rapporti sempre piuttosto tesi tra Cina e USA.

“Xi Jinping saluta la riaffermazione da parte di Trump dell’adesione del governo americano al principio dell’unica Cina”: lo ha riportato la televisione cinese Cctv sul suo sito internet. Per Pechino, infatti, l’isola di Taiwan è da considerarsi soltanto una provincia della Cina.