Illinois, passa la mozione anti-zombie: “Così i cittadini si preparano all’apocalisse”

Era partito con un pizzico di umorismo, il dibattito che ha preso corpo nelle scorse settimane nello stato dell’Illinois attorno alla “minaccia rappresentata dal risveglio degli zombie”, ma è velocemente trasceso in grottesco. Stando a quanto approvato con una risoluzione ufficiale, infatti, il governo locale ha sancito che il mese di ottobre del 2017 sarà dedicato alla “preparazione dell’arrivo degli zombie”.

Non è una messinscena, secondo quanto sostenuto da uno dei rappresentati che hanno appoggiato la mozione, ma una sorta di avvertimento indiretto, un  monito atto a far prendere coscienza ai cittadini dei rischi che incombono sul futuro dell’umanità. “Mi è stato detto- ha infatti dichiarato Emanuel Chris, repubblicano doc fautore dell’iniziativa- che i nostri cittadini si stanno preparando ad un’apocalisse guidata dagli zombie. Bene, mi sembra il caso allora di essere preparati anche ad affrontare disastri come trombe d’aria, tempeste di neve e sciagure naturali di ogni sorta.”

Da qui l’impellenza di focalizzare la discussione attorno ad una serie di aspetti pratici del vivere che sarebbero necessari ai cittadini dell’Illinois in caso di calamità gravi: dalle scorte di cibo ed acqua per non meno di 72 ore, alle forniture mediche, fino all’impostazione di un vero e proprio rifugio entro il quale poter trovare riparo.

E se tutto questo suona come stralunato, ci pensa un altro repubblicano, Janne Ives, a togliere dalla testa ogni dubbio di facezia: “Tutto ciò può sembrare molto divertente- ha affermato- ma se siete davvero preoccupati per il disastro, l’unico disastro naturale che sta avvenendo in Illinois è quello economico.” Mala tempora currunt.

Giuseppe Caretta