Napoli, 13enne accoltellato alla schiena perché non ha voluto cedere lo smartphone

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:11

Una tragedia sfiorata a Napoli, dove un ragazzo di 13 anni, figlio di un pregiudicato che è in carcere accusato di essere affiliato ad un clan camorristico, è stato ferito nel corso della notte, colpito da una coltellata alla schiena. Il fatto è avvenuto nella centrale Piazza mercato, intorno alle 23:30 di ieri sera. Il ragazzino ha raccontato alla polizia che un paio di persone l’avevano colpito per cercare di rubargli il cellulare. 

I banditi l’avrebbero dapprima minacciato ordinandoli di consegnare lo smartphone, ma il ragazzino si era rifiutato di farlo. Lui aveva cercato di fuggire, ma i ladri l’avrebbero inseguito, raggiunto e colpito con una coltellata. Il ragazzo si è recato all’ospedale di Loreto Mare per potersi far medicare la ferita. Secondo i medici, che l’hanno ricoverato in osservazione, il 13enne non è grave ed è guaribile in dieci giorni. 

Il giovane è stato sottoposto ad esami diagnostici all’ospedale per controllare se la coltellata aveva o meno leso degli organi interni, e fortunatamente così non è stato. La versione del 13enne è tutta da verificare dalla polizia, che deve anche accertare se il ragazzo ferito fosse o meno solo, e in tal caso come ha fatto ad arrivare da solo all’ospedale di Loreto Mare.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!