Vitulano, sindaco PD dice ‘stop’ agli immigrati e alza una barriera di terra: “Siamo troppi”

Ha alzato una barriera di terra per bloccare la strada ed impedire l’arrivo di nuovi stranieri all’agriturismo di Vitulano, provincia di Benevento. Il vice sindaco Antonio Iannella, PD, ha fatto togliere il muro di terra solamente una volta che è stato raggiunto l’accordo con la Prefettura sui numeri di migranti da ospitare, che è passato da 34 a 12.

Il prefetto di Benevento, Paola Galeone, aveva disposto la chiusura della struttura privata del paese dove venivano accolti gli stranieri, come ha reso noto il sindaco del comune, Raffaele Scarinzi.
“Con gli immigrati ha denunciato il primo cittadino bisogna che lo Stato rispetti i patti e le regole con gli enti locali” ha detto Scarinzi, anche lui del PD.

I Comuni che già ospitano uno Sprar non possono ospitare altre strutture per immigrati gestite da privati” ha proseguito. Si tratta semplicemente di applicare la legge. Il commento di Matteo Salvini è stato questo: “l sindaco di Vitulano (Benevento) ha chiuso una via comunale, facendo scaricare una massa di terra per bloccare la strada, per evitare l’arrivo di nuovi immigrati previsto dalla prefettura. Per qualche buonista ha sbagliato, per me ha fatto bene! Il sindaco è del Pd: razzista, populista e leghista anche lui? Comunque sarò appena possibile a trovare i cittadini di Vitulano”.