Diga di Oroville: un immagine mostra la vastità dei danni

Solo ieri, a Oroville (California), gli ingegneri a capo della manutenzione della diga hanno scoperto un grado di erosione tale da fare temere una catastrofe. Subito dopo è stato disposto lo stato di emergenza ed i 188 mila abitanti della cittadina sono stati evacuati in tutta fretta per evitare la tragedia (le autorità locali avevano persino pre allertato il Presidente Trump di un possibile intervento statale qualora non fosse riuscita l’operazione di evacuazione).

Per fortuna l’intervento delle autorità ha permesso alla popolazione di raggiungere un luogo di raccolta sicuro e da ieri i lavori di manutenzione continuano senza sosta: per permettere le riparazioni i tecnici hanno dovuto fare defluire l’acqua del lago artificiale a grande velocità (748.000 galloni al secondo), solo dopo sono potuti iniziare i lavori. Tutto questo non sarebbe stato necessario se la Federal Energy Regulatory Commission avesse dato ascolto agli avvisi di tre diverse agenzie a cura dell’ambiente che almeno dieci anni fa avevano previsto il pericolo dovuto all’erosione dell’acqua.

In un immagine aerea pubblicata questa mattina da ‘Rt.com’ è possibile vedere il bilancio dell’erosione e la quantità dei danni da essa causata. Dall’immagine si comprende la difficoltà dei lavori di riparazione ed è chiaro che gli abitanti si dovranno preparare ad un lungo periodo di assenza dalle proprie case.