Playboy ci ripensa, si al nudo in copertina: “Rinunciarci è stato un errore”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:14

Playboy torna sui suoi passi. La storica rivista statunitense ha infatti deciso di riabilitare le vecchie copertine di nudo femminile bandite lo scorso marzo con un’eclatante decisione. All’epoca, la cosa destò non poche perplessità fra i lettori che si divisero, proprio come oggi, sull’utilità o meno di una simile sterzata editoriale.

Adesso il dietrofront. Dopo un periodo di osservazione, infatti, Cooper Hefner, figlio 25enne dello storico fondatore Hugh Hefner annuncia pubblicamente: “Oggi ci riappropriamo della nostra identità e reclamiamo chi siamo.” In barba alla linea politically correct dello scorso anno, dunque, il periodico tornerà ai suoi antichi costumi già dal numero di marzo-aprile, con una immancabile playmate in copertina affiancata da un hashtag che è esplicitamente chiarificatore: #NakedIsNormal. Spazio anche a storiche sezioni come “The Playboy Philosophy” e “Party Jokes”, già colpite dell’editto dello scorso anno.

“Sarò il primo ad ammettere che il modo in cui la rivista ritraeva il nudo era datato- ha proseguito Cooper-. Ma il nudo non è mai stato il problema, perchè il nudo non può essere un problema.” Dunque largo nuovamente a donne senza veli e ad una “sana” auto-celebrazione del proprio operato. L’unico elemento che questa volta finirà definitivamente in cantina è quel sottotitolo davvero difficile da giustificare per il gusto dei tempi: “Entertainment for man”. Le conigliette più famose del mondo, però, sono un gioiello difficilmente eliminabile.