Pordenone, travolta e uccisa dalla sua auto: non aveva tirato il freno a mano

Travolta ed uccisa dalla propria auto lasciata a scaldare davanti al garage senza il freno a mano. E’ accaduto stamattina in via Tessitura, a Pordenone. La vittima è una giovane donna del posto, Katia Matteo, 38 anni, impiegata presso il Centro Logistica Distributiva Spedizioni Internazionali dell’interporto del Nocello.

Stando alle prime ricostruzioni effettuate dagli uomini delle forze dell’ordine, Katia è uscita di casa stamane attorno alle 9. Ha acceso regolarmente il suo fuoristrada Toyota e si è diretta verso il vialetto del garage per chiudere il cancello. A quel punto, però, l’improvvisa tragedia. La donna ha notato che l’autovettura, posizionata in discesa verso la carreggiata, si muoveva priva del freno a mano. Ha così raggiunto il mezzo e tentato di ostruirne lo scivolamento verso la corsia stradale, venendo infine travolta e sbattuta contro un muretto. Inutili i tentativi di salvarla. La donna è morta sul colpo.

A piangere la sua scomparsa è oggi tutta la città di Pordenone, in particolare il quartiere di Rorai Grande dove Katia era conosciuta ed apprezzata. Conoscenti ed amici la ricordano come una persona solare, sorridente e sempre disponibile. Qualche settimana fa si era anche fatta notare nel corso della Befana dei vigili urbani, organizzata dal Vespa Club del quale faceva parte. Le esequie avranno luogo domani.