Italiana arrestata all’aeroporto in Australia con 5 kg di cocaina: rischia l’ergastolo

Un’italiana di 39 anni, di nome Elisa Salatino, rischia il massimo della pena australiana, cioè l’ergastolo, dopo che domenica scorsa è stata fermata all’aeroporto internazionale di Melbourne dalla Forza di Frontiera Australiana con ben 5 kg di cocaina. La donna era in arrivo dalla capitale, Roma, e doveva essere sottoposta al controllo del bagaglio, che notoriamente è molto severo in Australia. La sua borsa è stata passata ai raggi x, ed è stato allora che è stato scoperto un doppio fondo della valigia, assemblato con un pannello in legno.

Dentro il doppio fondo, la polizia di frontiera ha trovato diversi pacchetti di cocaina, per un totale di 5 kg di stanza stupefacente ed un valore di almeno 770mila euro, cioè 1.1 milioni di dollari. I test hanno dimostrato la purezza della sostanza. La polizia federale ha arrestato la donna, che oggi è comparsa di fronte ad un tribunale di primo grado, la ‘Magistrates’ Court di Melbourne’.

Le viene contestato il reato di ‘importazione e possesso di una quantità commerciale di droga soggetta a controllo di confine’.
La donna è stata rinviata a giudizio al 22 maggio. Per un reato simile, rischia l’ergastolo. La legislazione australiana sul trasporto di droga è particolarmente severa, per tenere sotto controllo questo fenomeno.