Studente si toglie la vita perché non era riuscito a laurearsi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:44

Aveva avvisato tutti che martedì mattina avrebbe discusso la tesi e si sarebbe laureato in ingegneria, tutti lo attendevano per festeggiare l’importante traguardo ed invece sono costretti a piangere la prematura scomparsa: lunedì sera Alberto Duo, ventiduenne studente di ingegneria all’Università di Ferrara, si è trascinato alla stazione ferroviaria e si è gettato sui binari mentre arrivava il treno ponendo fine alla sua giovane vita.

Non è ancora chiaro per quale motivo Alberto abbia preso questa assurda decisione, forse c’era stato un intoppo con la presentazione della tesi, ma le aspettative (sue e degli altri) per quel traguardo erano tante e non se l’è sentita di parlare dei suoi problemi con genitori ed amici. Così ha dato un appuntamento a tutti per i festeggiamenti, ma quando si avvicinato il momento di affrontare chi gli voleva bene e spiegargli la verità ha preferito porre fine alle sue sofferenze nel modo più crudo possibile.

Questa assurda vicenda non può che legarsi al suicidio della scorsa settimana, a quel giovane di Udine che oltre a togliersi la vita ha denunciato la difficoltà di un mondo che ormai non premia l’individualità e non da prospettive di futuro ai giovani che, disperati per le scelte da compiere, possono decidere di mollare con tutta la vita ancora davanti.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!