Brasile: ecco lo stato in cui versano le strutture costruite per Rio 2016

Qualche mese fa la notizia che il sindaco Raggi ha rifiutato la candidatura di Roma per le Olimpiadi ha fatto infuriare i sostenitori dello sport, il Coni e diversi politici, tutti convinti che si stesse sprecando una grossa opportunità per promuovere la capitale e l’Italia. Ci sono delle immagini provenienti dal villaggio olimpico di Rio che potrebbero far sorgere qualche dubbio anche ai più convinti sostenitori delle Olimpiadi, sapete infatti in quale stato si trova?

Le foto sono apparse oggi, a distanza di sei mesi dalla conclusione della kermesse, su tanti quotidiani internazionali e mostrano lo stato di decadenza in cui versano le straordinarie e costosissime strutture dopo nemmeno un anno. Non è la prima volta per altro che un paese dopo aver affrontato una spesa immane per ospitare le olimpiadi si ritrova con delle costosissime strutture il cui utilizzo se non nullo diventa marginale. Alla luce di queste foto non ci si può non interrogare sull’utilità della competizione, chi ci guadagna? Come i cittadini brasiliani, per altro in condizioni di indigenza da diversi decenni, posso usufruire dell’olimpiade per tirarsi fuori dalla crisi?

La risposta è ovvia, lo stato di decadenza di stadi e piscine è dovuto alla mancanza di fondi statali per continuare il lavoro di manutenzione che, come annunciato da ‘O’Globo’, sono stati sospesi già a dicembre. Il risultato di questo è ben visibile nelle foto pubblicate da ‘Rt.com‘ nelle quali è possibile vedere la differenza.