Chaberton, trovati morti i tre giovani torinesi dispersi

Quello che si temeva è ora ufficiale. I tre scialpinisti dispersi da ieri pomeriggio sullo Chaberton sono stati ritrovati senza vita. Sono una coppia di 24 e 28 anni, Margherita Beria D’Argentina (figlia di Maurizio, il sindaco di Sauze di Cesana) e il fidanzato Antonio Lovato Dassetto, e la loro guida di 38, Adriano Trombetta. I tre sono stati trascinati e travolti da una massa di ghiaccio e neve che ha ceduto al loro passaggio, non lasciando loro alcuno scampo.

La coppia e la loro guida sono stati ritrovati nelle prime ore di questa mattina in fondo a un canalone: è stato il soccorso alpino francese e italiano a rinvenire i corpi, dopo le ricerche iniziate ieri pomeriggio quando la comitiva di scialpinisti non ha più dato notizie.

La richiesta di soccorso era arrivata al soccorso alpino francese, che nella giornata di ieri ha sorvolato la zona in elicottero, senza però trovare nulla, anche a causa della scarsa visibilità e del forte vento.

In serata sono partite due squadre del soccorso alpino piemontese e una francese che sono salite verso la cima. Questa mattina gli elicotteri  del 118 e quello francese hanno ripreso le ricerche individuando le tre vittime poco dopo. I corpi, trovati in parte coperti dalla neve, sono stati individuati alla base del canale nord est della montagna, trascinati a valle dalla valanga.