Morte di Kim Jong-nam, spunta l’immagine shock prima del decesso

Visibilmente provato, dopo essere stato attaccato con il veleno proveniente, con tutta probabilità, da un pesce palla. Appare così Kim Jong-nam nell’immagine shock diffusa nelle ultime ore che mostra gl istanti appena precedenti il suo decesso; è stata pubblicata dal The New Straits Times ed in poche ore ha fatto il giro di tutti i media: è stata scattata all’aeroporto di Kuala Lumpur in Malesia lo scorso lunedì dove Kim Jong-nam, fratellastro di Kim Jong-un, leader supremo della Repubblica Popolare Democratica di Corea (Corea del Nord), sarebbe stato ucciso da un killer assoldato apposta per provocarne la morte, stando almeno alle ultime indiscrezioni.

L’uomo è stato ricoverato in ospedale ma i medici non hanno potuto far nulla per salvarlo ed immediatamente sono scattate le indagini per mettersi sulle tracce dell’assassino; quattro persone sono state arrestate, tra le quali un uomo della Corea del Nord e sono stati condotti anche diversi interrogatori per cercare di ricostruire la dinamica di quello che è ormai a tutti gli effetti un omicidio.

L’uomo fermato dalla polizia malese era in possesso di un passaporto nordcoreano sul quale compariva il nome Ri Jong-chol e la data di nascita, 6 maggio del 1970. Con lui sono finite in manette anche due donne, una vietnamita ed un indonesiana, oltre al fidanzato dell’indonesiana. Nel frattempo, come confermato dalla polizia, è stata eseguita una seconda autopsia sul corpo di Kim Jong-nam, per cercare di risalire alle cause del decesso.

Daniele Orlandi