Muore a 78 anni il regista napoletano Pasquale Squitieri

E’ morto a 78 anni Pasquale Squitieri, regista, sceneggiatore e politico italiano. Nato a Napoli il 27 novembre 1938, se n’è andato stamane all’ospedale Villa San Pietro di Roma, dove era ricoverato. Ad annunciare la dipartita il fratello del regista, Nicola, la seconda moglie Ottavia Fusco, e la figlia Claudia.

Squitieri aveva all’attivo oltre 20 film, girati tra il 1970 (quando esordì con ‘Io e Dio’, film prodotto da un grandissimo come Vittorio De Sica) e il 2014: la mafia è stata tra i temi trattati maggiormente dal regista campano, che ha anche girato alcuni spaghetti western.

Da ricordare inoltre l’impegno politico di Squitieri: se nel 1971 manifestava le proprie posizioni vicine alla sinistra extraparlamentare (dichiarando, come riportato da Wikpedia, la propria intenzione di “combattere un giorno con le armi in pugno contro lo Stato”), nel 1994 arrivò a farsi eleggere come senatore nelle liste di Alleanza Nazionale, alla fine di un percorso che lo ha visto spostarsi sempre più a destra.