Varese, sorelline aggredite da due pitbull: operate al volto e alla testa

Sono in gravi condizioni le due sorelline aggredite da due grossi pitbull di proprietà di amici di famiglia. Le due piccole, di 3 e 5 anni, sono state operate, ma le loro ferite sono ancora molto serie. La più grande ha subito un intervento per le fratture alle ossa del volto e resta ricoverata in prognosi riservata al San Gerardo di Monza. Ha riportato fratture alle ossa nasali, della faccia, oltre a ferite profonde al viso e in altre parti del corpo, e l’intervento è servito a ricostruire le parti di ossa spezzate dalle fauci dei due animali.

L’altra bimba è invece ricoverata a Legnano, in prognosi riservata, dopo un’operazione al viso e alla testa, resasi necessaria successivamente alla suturazione del cuoio capelluto, strappato dopo i morsi dei due pitbull.

Stando a quanto ricostruito dagli investigatori, le bimbe si trovavano intorno alle 16:30 a casa di amici di famiglia insieme alla loro mamma, una 35enne di Olgiate Olona, nel Varesotto. Le piccole stavano giocando nel giardino, quando i due cani sono riusciti ad uscire dal loro recinto e hanno aggredito le bimbe azzannandole ripetutamente al viso e alla testa, fino all’arrivo dei proprietari che hanno allontanato i cani e chiamato i soccorsi. La madre delle piccole è in stato di shock.