Morte Kim Jong Nam: la polizia malese cerca altri 4 nord coreani

E’ ancora in pieno sviluppo l’indagine legata all’omicidio di Kim Jong Nam. Dopo la diffusione di una foto che mostra il fratellastro del dittatore nordocreano Kim Jong Un nei suoi ultimi istanti di vita dopo essere stato avvelenato, è notizia di poche ore fa che la polizia malese sarebbe in cerca di altre quattro persone. Si tratterebbe di cittadini della Corea del Nord che avrebbero contribuito, non è ancora chiaro in quale misura e se direttamente o indirettamente, all’uccisione di Kim Jong Nam. L’omicidio è avvenuto lunedì scorso all’aeroporto di Kuala Lumpur e nelle ore immediatamente successive la vicenda si è subito tinta di giallo per le modalità decisamente inconsuete con le quali sarebbe avvenuto il presunto attacco ai danni dell’uomo.

Il New Straits Times riporta i nomi dei ricercati: si tratta del 33enne Ri Ji Hyon, del 34enne Hong So Hac, di O Jong Gil di 55 anni e di Ri Jae Nam di 57 anni. Secondo la polizia i quattro sarebbero già fuggiti dal Paese ma non è chiaro dove si siano rifugiati. Altre quattro persone sono invece già state tratte in arresto: si tratta di una indonesiana, di una seconda ragazza con passaporto vietnamita e di un malese, oltre al nordcoreano Ri Jong Chol, di 47 anni, arrestato lo scorso venerdì.

Daniele Orlandi