Scomparsa nel nulla: 18 anni dopo, di Roberta Martucci non si ancora nulla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:18

Sono passati 18 anni dalla scomparsa di Roberta Martucci, la ragazza salentina che il 20 agosto del 1999 scomparve nel nulla senza lasciare traccia. Aveva 28 anni Roberta, ed era impiegata in un centro sociale per anziani. La ragazza quella sera aveva un appuntamento con un’amica a Gallipoli. Si era vestita bene, gonna nera con fiori e scarpe con tacchi, aveva preso la Fiat Uno della madre e in compagnia della sorella, lasciata poco prima di Gallipoli, si era diretta all’appuntamento.

Ma Roberta non era mai arrivata all’appuntamento; la sua amica le aveva scritto un sms sul cellulare, chiedendole dove fosse. Non rispose mai nessuno. La madre, Concetta, rimase sveglia fino a tardi quella notte, provò a chiamarla, ma il cellulare era staccato. 48 ore dopo, la denuncia ai carabinieri: ma la ricostruzione degli ultimi istanti della giovane risulta quasi impossibile. La Fiat Uno della giovane viene trovata quattro giorni dopo la scomparsa, a Gallipoli, in via Genova. Sul sedile posteriore c’era una giacca. L’auto fino al giorno prima non era lì, secondo il proprietario di un bar.

Le piste da seguire sono diverse: l’allontanamento volontario, la fuga d’amore. Le amiche non sanno aiutare più di tanto la famiglia. Un testimone di Gallipoli sostiene di aver visto Roberta diverse volte in una zona isolata della cittadina, mai da sola. Ma di Roberta non si sa nulla. E dopo 18 anni, il mistero continua. 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!