L’Aquila, la terra trema ancora: scossa magnitudo 4.0 nella notte, avvertita da tutte le Marche

Ancora una scossa di terremoto molto forte nella notte, avvenuta all’Aquila. La scossa, di magnitudo 4.0, è stata registrata alle 4.13 di mattina, nel nord ovest della provincia. Il terremoto è stato forte ed è stato chiaramente sentito dalla popolazione delle Marche. L’INGV, Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, ha sostenuto che l’epicentro della scossa è stato a 3 km da Montereale, e 14 km da Amatrice, provincia di Rieti.

Insomma, vicinissimo agli epicentri del disastroso terremoto del 24 agosto del 2016. La profondità della scossa è stata di 11 km. La segnalazione dell’INGV è giunta su Twitter alle 04:24 di mattina. Per ora, però, non ci sono notizie di danni nè a persone nè a cose. Nell’area dell’epicentro vi sono i comuni di Capitignano, Cagnano Amiterno, Barete, Pizzoli, Campotosto, Borbona, Posta, Amatrice, Scoppito, Cittareale, Antrodoco, Micigliano e Crognaleto.

Alle 3:57 un’altra forte scossa, magnitudo 2.5, era stata registrata a circa 3 km da Montecavallo, in provincia di Macerata, anch’esso coinvolto dalle scosse dei mesi scorsi. Al momento anche qui non si hanno segnali di nuovi crolli.
L’incubo del terremoto non abbandona i paesini del Centro Italia. Si è stimato che le scosse di terremoto dal 24 agosto fino ad oggi abbiano causato circa 23,5 miliardi di euro di danni: una cifra che riflette i danni strutturali ma anche i costi dell’emergenza.