Milano, salva una donna dal suo aggressore: l’uomo lo investe con la Jeep

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:38

Hanno notato subito che stava accadendo qualcosa di strano e sono intervenuti per salvaguardare l’incolumità di una donna. Ma l’aggressore lo ha successivamente investito. E’ accaduto a Milano, dove un cittadino libico di 33 anni e un marocchino sono intervenuti per difendere una donna dalla violenza del suo fidanzato. Il tutto in Piazza Duca d’Aosta, a Milano, la notte scorsa.

L’aggressore era un 39enne italiano, già noto alle forze dell’ordine per numerosi precedenti. La donna lo aveva conosciuto all’incirca un mese fa.

L’uomo, visibilmente ubriaco, stava aggredendo la donna, quando sono intervenuti il 33enne libico e il marocchino, che sono riusciti ad allontanare il 39enne dalla vittima. Ma l’uomo è salito sulla sua Jeep Renegade rossa e ha investito volontariamente il cittadino libico provocandogli una frattura esposta a tibia e perone, una frattura alla caviglia, la lussazione della spalla e un trauma toracico.

L’uomo è stato portato al Policlinico: le lesioni sono state giudicate guaribili in 40 giorni. L’investitore non è riuscito a fuggire: poco dopo, in via Vitruvio, è stato fermato e arrestato per lesioni gravi, ma non si esclude che l’accusa potrebbe diventare tentato omicidio.

Dai controlli effettuati per valutare la presenza di sostanze alcoliche nell’organismo dell’aggressore, è emerso che l’uomo aveva più del doppio del limite consentito dalla legge. 

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!