Rimini, è di una donna il cadavere ritrovato sulla sponda del fiume

E’ stato identificato il cadavere ritrovato a Rimini, sulla sponda del fiume Marecchia, nella mattinata di ieri. Il corpo senza vita è di una donna di nome Maria Pace, di 42 anni. La donna era originaria di Potenza ed era alloggiata in un residence di Rimini dove lavorava come addetta alle pulizie.

Maria Pace era una lavoratrice molto affidabile: per questo, quando la titolare della struttura ricettiva in cui lavorava la 42enne non l’ha vista rientrare nella serata di domenica, ha cominciato ad insospettirsi e ha deciso di avvisare le forze dell’ordine. La polizia, una volta ricevuta la chiamata della titolare, si è messa sulle tracce della 42enne. Non appena rinvenuto il cadavere, gli agenti hanno mostrato la foto della donna trovata priva di vita alla titolare della struttura ricettiva, che l’ha subito riconosciuta.

La procura di Rimini ha disposto l’autopsia. E proprio in attesa dei risultati dell’esame autoptico gli inquirenti non trascurano alcuna ipotesi sulle cause del decesso.

Seguiranno aggiornamenti