Dopo il successo del ‘Pompatour’, Paola Saulino sbarca in Gran Bretagna

Conosciamo tutti Paola Saulino, il suo impegno referendario per il no, ed il celeberrimo ‘PompaTour‘ che l’ha vista e la vedrà impegnata a mantenere la sua promessa di offrire una ricompensa orale a tutti gli uomini che si sono impegnati a bocciare il referendum proposto da Renzi e dal PD.

Tutto è cominciato con una provocazione dettata dalla frase di Madonna prima delle elezioni presidenziali USA (la cantante aveva promesso un rapporto orale a tutti quelli che votavano Hillary Clinton), poi quando l’interesse morboso per la proposta aveva suscitato rumor sufficienti, l’attrice partenopea aveva avvisato tutti che avrebbe mantenuto la promessa e da quel momento è stata impegnata in un tour di 10 tappe, seguito da un secondo di 12 per soddisfare gli elettori tagliati fuori dal primo giro.

Impossibile credere che un iniziativa del genere sia dovuta esclusivamente all’impegno politico, il ‘Pompatour’, infatti, ha generato l’attenzione mediatica italiana ed internazionale, sopratutto in Inghilterra, e fatto lievitare il numero di fan su Instagram della bella napoletana.

Non contenta del suo “Successo”, Paola in questi giorni è tornata a parlare sui social per promettere ai 100.000 italiani che risiedono in Gran Bretagna che presto offrirà una speciale visita anche a loro. Il motivo di questa tappa straordinaria del Pompatour è da riscontrare nelle numerose richieste ricevute e dal fatto che la Saulino reputa gli elettori residenti in UK “Molto intelligenti”, come dichiarato qualche giorno fa al ‘Daily Star Online‘.