Home Tempi Postmoderni Curiosità

Il Presidente dell’Islanda vuole proibire la pizza con l’ananas e la nazione si rivolta

CONDIVIDI

La pizza è probabilmente il piatto italiano maggiormente replicato all’estero, ogni nazione ne ha una sua versione e, per quanto possa risultare assurdo per noi italiani, ogni paese ritiene di avere quella migliore, se non per l’impasto quantomeno per la scelta degli ingredienti da metterci sopra.

Tra le tante aberrazioni inventate nel corso di questi anni in america, la varietà hawaiana della pizza è quella che si allontana di più dal nostro concetto di gusto: accanto al classico pomodoro, alla mozzarella e agli immancabili “Pepperoni” (un particolare tipo di salame piccante) vengono aggiunti dei pezzi di Ananas che servono a diversificare il sapore rendendo il tutto più dolce.

Recentemente questa variante di pizza è stata messa in discussione in Islanda, qui il presidente della nazione scandinava, avvicinandosi al gusto classico italiano, ha risposto alla domanda di uno studente universitario durante una conferenza tenutasi nella città di Akureyri che gli chiedeva cosa pensasse della pizza hawaiana, e lui con un viso disgustato ha risposto che se gli permettessero di approvare una legge a riguardo la bandirebbe dal paese.

L’esternazione del politico ha fatto il giro del globo creando una discussione intercontinentale su quale sia il miglior gusto per una pizza e se l’ananas è adatto per essere un condimento della pizza, ovviamente il sondaggio non è stato proposto in Italia dove la risposta ad un quesito del genere è già scritta.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram