Australia: due uomini incarcerati per aver ucciso un canguro

Oggi, al termine di un processo svoltosi a Perth (Australia), due uomini sono stati condannati ad una pena carceraria per aver aver ucciso un canguro. I due sono stati incriminati dopo che la polizia ha trovato sui loro computer un filmato che mostrava uno dei due uomini, Vance Jarvis colpire l’animale con una sbarra di metallo e con delle pietre mentre l’altro, Craig House, riprendeva la scena e lo incitava a colpire più forte.

L’atroce atto di violenza ai danni del canguro si è svolto in una diga a Burbury (località in provincia di Perth), nel video si vede nitidamente Jarvis che minaccia e colpisce l’animale con una spranga mentre House gli urla degli incitamenti: “Finiscilo, non appena salta “boom”, colpiscilo e fallo fuori“.

I due uomini si sono difesi dicendo che l’animale era sofferente e che hanno cercato di trattarlo nel modo più umano possibile, ma il giudice non è stato dello stesso avviso, dicendo loro che l’utilizzo di un cane da caccia, di rocce e di mazze di ferro per colpirlo in testa è disumano, così, li ha condannati alla detenzione di 11 mesi, con una multa di 11.000 dollari australiani per l’autore materiale della violenza.

Una sentenza che soddisfa i rappresentanti dell’associazione a tutela degli animali, il cui portavoce, David van Ooran, ha dichiarato ad ‘ABC News‘: “Questa è una pena molto dura ed appropriata, è stato un atto orribile e malato ai danni di un animale indifeso, un comportamento del genere è assolutamente inaccettabile“.