Roma, paura per un pacco sospetto sulla metro A: ma era solo un bagaglio incustodito

Ha suscitato grande paura ed apprensione il pacco sospetto rinvenuto questo pomeriggio sulla metro A di Roma. L’oggetto ha suscitato i sospetti dei militari di pattuglia per il progetto Strade Sicure, che hanno immediatamente avvertito le forze dell’ordine. Gli agenti si sono recati sul posto, alla fermata di Furio Camillo, e hanno subito notato il pacco sospetto.

Per consentire le operazioni di controllo, la metro A è stata interrotta per quasi un’ora tra Manzoni e Arco di Travertino. Nel tratto chiuso, nel frattempo, sono state introdotte delle navette sostitutive che hanno garantito lo spostamento a cittadini e turisti (non senza qualche difficoltà).

Alla fine, i controlli effettuati sul pacco sospetto hanno permesso di scoprire che non si trattava di un ordigno, ma di una semplice borsa lasciata incustodita sulla banchina della metro, contenente alcuni effetti personali. Per questo, le forze dell’ordine hanno provveduto a tranquillizzare le persone e a dare il via libera per il ripristino della normale circolazione. In poco tempo, infatti, è stato riattivato il servizio della metro A.

La normale circolazione è rimasta interrotta, sulla linea A della metropolitana, tra le stazioni di Manzoni e San Giovanni tra le 17 e le 18. Dopo le 18 il servizio è ripreso senza problemi.