Un nuovo sistema solare con 7 pianeti simili alla Terra: la clamorosa scoperta NASA

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:46

Il più grande sistema planetario mai scoperto con tanti possibili “sosia” della Terra, a nemmeno 40 anni luce da noi. L’annuncio della NASA, che era atteso già da qualche giorno, ha davvero del clamoroso. Questi nuovi mondi potrebbero avere dell’acqua in superficie: questo significa che potrebbero essere adatti ad ospitare la vita.

La straordinaria scoperta, pubblicata su Nature, si deve ad un gruppo internazionale coordinato dall’università belga di Liegi. I pianeti ruotano intorno alla stella Trappist-1, molto più piccola e debole del nostro Sole. «È un sistema planetario eccezionale, non solo perché i suoi pianeti sono così numerosi, ma perchè hanno tutti dimensioni sorprendentemente simili a quelle della Terra», spiega il coordinatore della ricerca, Michael Gillon.

I sei pianeti più vicini alla stella, come riportato dallo studio, sono paragonabili alla Terra per dimensioni e temperatura, hanno probabilmente una composizione rocciosa e si trovano in una zona in cui la temperatura è compresa fra zero e 100 gradi.

“La produzione energetica delle stelle nane come Trappist-1 è molto più debole di quella prodotta dal Sole. Perché ci sia acqua liquida in superficie – spiega il co-autore della ricerca, Amaury Triaud, dell’università britannica di Cambridge –  i pianeti dovrebbero essere in orbite più vicine di quanto vediamo nel Sistema Solare. Fortunatamente sembra che questa configurazione compatta sia proprio ciò che troviamo intorno a Trappist-1″.