Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo Politica estera

Trump, altro impegno preso: stretta su liberalizzazione marijuana

CONDIVIDI

Un altro strappo con la linea seguita dall’amministrazione Obama negli ultimi atti. E’ in questo modo che potrebbe essere interpretata la nuova stretta anti-marijuana che il neo presidente Donald Trump ha intenzione di eseguire. Si tratta di rivedere l’approccio “morbido” seguito dai democratici nei confronti dell’uso dello stupefacente per fini  ricreativi.

Sono numerosi, infatti, gli stati americani nei quali l’uso della marijuana è consentito sia per motivi medici che “ludici”. Proprio nel giorno dell’elezione di Trump, tra l’altro, un nuovo referendum aveva esteso questa possibilità anche agli abitanti del Maine, del Nevada, del Massachusetts e della California. “Non sono uno che crede che la legalizzazione sia una panacea- aveva affermato Barack Obama nel corso di una delle sue ultime interviste come presidente-, ma credo anche che trattare l’uso della marijuana come una questione di salute pubblica, così come facciamo per il tabacco e gli alcolici, sia il modo più intelligente per affrontarla.”

Di avviso diametralmente opposto la nuova amministrazione, la quale, per bocca del portavoce Sean Spicer, fa sapere che “si vedrà una maggiore spinta per l’applicazione della legge.”

“Il presidente- ha poi proseguito- non si oppone all’uso della marijuana per scopi medici, ma è molto diverso dall’uso a scopo ricreativo, di cui il dipartimento di Giustizia intende occuparsi.” Un’altra doccia fredda, dunque, dopo la di ieri col la quale è stata revocata la norma per l’uso dei bagni pubblici da parte degli studenti transgender.

G.c.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram