25 Febbraio 2017: si festeggia Santa Valburga di Heidenheim

Il 25 Febbraio la Chiesa Cattolica venera Santa Valburga (Valpurga), badessa di Heidenheim.

Nata nel Wessex intorno al 710, Valburga era sorella dei santi Villibaldo – vescovo di Eichstätt, nella Baviera -, e Vunibaldo, e faceva parte del gruppo di monache e monaci che aiutarono Vinifrido, ovvero San Bonifacio, (“l’apostolo della Germania”), a evangelizzare in terra tedesca.

Fu monaca nel monastero di Wimborne, nel Dorset, poi nel 761 divenne badessa del doppio monastero (maschile e femminile), fondato dal fratello Villibaldo a Heidenheim.

Alla morte di Vunibaldo, Valburga prese la direzione dell’intero istituto, rimanendo badessa per tutta la vita; guidata da lei, l’abbazia continuò a essere un centro di diffusione religiosa e culturale, e di aiuto alla popolazione locale.

Dopo la sua morte, che la colse il 25 Febbraio del 779, nell’870 le sue spoglie furono trasferite a Eichstätt, nell’Abbazia di Santa Valpurga.

Si narra che per qualche tempo la sua tomba avesse trasudato un liquido dai poteri taumaturgici.

Nel 916 il re carolingio Carlo il Semplice fece trasferire le reliquie della santa in una cappella di Attigny, che assoggettata all’abbazia di San Cornelio di Compiègne.

Santa Valpurga si festeggia il 25 Febbraio, ovvero nel suo dies natalis, e il 1° Maggio, il giorno della sua traslazione a Eichstätt.

Secondo antiche leggende precristiane appartenute al mondo germanico, nella notte tra il 30 aprile e il 1º Maggio, le streghe uscivano dai loro rifugi per danzare in onore della luna.

In virtù di questa coincidenza la notte delle streghe viene chiamata anche notte di Santa Valpurga.

Questa leggenda è stata ripresa anche nel Faust di Goethe.

MDM