Un’altra palazzina crollata: due feriti nell’Appennino bolognese

Ancora una casa crollata. Stavolta la notizia giunge da Bologna, e precisamente da Castel d’Aiano, sull’Appennino bolognese, dove una palazzina sarebbe collassata provocando alcuni feriti.

Secondo i vigili del fuoco a causare il crollo sarebbe stata una esplosione, innescata probabilmente da una fuga di gas o da una bombola. Due persone sono rimaste ferite. Una è stata ricoverata in ospedale. Non sarebbe in pericolo di vita.

La notizia, su cui si attendono ulteriori aggiornamenti, avviene poche ore dopo quella relativa alla tragedia di Catania, dove una palazzina del centro è crollata provocando la morte di una donna e il grave ferimento di una bambina di soli dieci mesi.

Il fatto è avvenuto la notte scorsa, intorno alle 2:30: anche in questo caso la causa del crollo sembrerebbe una fuga di gas. A confermarlo è il sindaco di Catania Enzo Bianco, che parlando ai microfoni di Radio Rai ha affermato che “la mamma della bambina ferita mi ha detto che già verso le 23-24 aveva avvertito odore di gas. Purtroppo non è stato dato l`allarme che avrebbe potuto presumibilmente evitare una tragedia”.

La donna deceduta è un’anziana di 84 anni. La bimba di dieci mesi è ricoverata in coma farmacologico, mentre altre tre persone sono ricoverate in codice rosso.