Da avvocatessa ad escort, Claudia De Marchi sul suo blog: “Donne, siate libere”

Ha appeso la toga al chiodo per trasformarsi in una escort di lusso. Così una donna brasiliana di 34 anni, Claudia de Marchi, ha voltato pagina ed ha lasciato una promettente carriera nelle aule di tribunale per rivolgere le sue attenzioni al mondo della prostituzione. Adesso il suo tariffario la porta a percepire qualcosa come 150 euro all’ora e le sue prestazioni, ricercatissime, le danno “maggiori soddisfazioni” di quante non gliene desse il suo vecchio lavoro.

Una scelta dettata da motivazioni di ordine “morale”, come spiega lei stessa sul proprio blog, aperto con l’idea di aiutare altre donne a liberarsi dalle costrizioni con le quali si vive il proprio corpo: “Domanda il meglio per te stessa, dentro e fuori dal letto”, questo l’incipit alla sua nuova carriera.

Caudia de Marchi ha tempo per imprenditori e politici, uomini di potere e semplici sconosciuti. Una notte con la bella Claudia, può arrivare a costare anche 700 euro. Ma lei chiarisce i termini della questione: “Non vado a letto con clienti che non siano colti ed educati. E tendo ad andare sempre con un uomo per più di una volta”.

Rivendicando la propria scelta, l’ex avvocato fa della libertà di utilizzo del proprio corpo, un vero e proprio cavallo di battaglia: “Credo che il femminismo significhi liberazione, e non obbligo. E ciò mi porta a pensare che la liberazione sia poter fare ciò che si desidera. Questo è ciò che ho fatto io. Ho preso la decisione di pensare al mio piacere e al mio sostentamento.” Il resto, in fondo, non sono che parole.

G.c.