Pubblica amministrazione, via libera dal Ministero per 1300 assunzioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:28

Buone notizie per chi spera di trovare un impiego nella Pubblica Amministrazione. Il ministero ha infatti annunciato lo sblocco di 1300 assunzioni, mentre altre 800 sarebbero ‘in rampa di lancio’, per un totale di oltre 2000 nuovi posti di lavoro.

Il decreto sarebbe stato già firmato dalla ministra della Pubblica amministrazione, Marianna Madia, e si troverebbe ora in attesa della firma del ministro dell’Economia. Per le amministrazioni si tratterebbe di una vera e propria boccata d’ossigeno.

Ora che l’operazione mobilità delle Province si è sostanzialmente conclusa le ‘chiamate’ possono quindi ripartire.

Come riportato nel dettaglio dal quotidiano “La Repubblica”, si contano 1.315 nuove assunzioni, 12 delle quali per i dirigenti, tra cui spiccano le infornate per il ministero dei Beni culturali (301), l’Inps (259) e il ministero della Giustizia – dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (130). Degli altri 788 posti da mettere a bando, per oltre la metà (407) è già prevista l’autorizzazione ad assumere.

I nuovi ingressi non riguardano i corpi di polizia, per cui si sono avute già diverse autorizzazioni, e la scuola, che ha potuto contare sul cosiddetto “concorsone”.

Il pacchetto promosso dal ministro Madia prevede, come detto, 1300 assunzioni già ‘operative’, mentre altre 800 saranno sbloccate a breve. Un totale di oltre 2000 nuovi posti di lavoro che dà fiato alle Pubbliche Amministrazioni.