Mostro di Firenze: è morto Fernando Pucci, il ‘compagno di merende’ di Pacciani

E’ scomparso all’età di 86 anni colui che era considerato l’ultimo dei compagni di merende di Pietro Pacciani, con Giancarlo Lotti e Mario Vanni. E’ Fernardo Pucci, morto a San Casciano per cause naturali nell’ospizio nel quale viveva da anni. Definito teste ‘alfa’ nel codice degli inquirenti, Pucci testimoniò sul doppio omicidio di Scopeti negli anni Ottanta, andando di fatto a confermare la versione del pentito Lotti, la cui confessione fu d’aiuto agli inquirenti. Nel 1983 Fernando Pucci venne dichiarato oligofrenico ovvero con un ritardo mentale ma le sue testimonianze processuali vennero ugualmente giudicate attendibili tanto che nel 1997 venne chiamato a deporre in aula, coinvolto nell’inchiesta come teste oculare e la sua venne giudicata una testimonianza ‘chiave’.

Infatti Pucci andò a confermare la presenza di Pacciani e di Vanni sul luogo del delitto, testimoniando dopo essere stato chiamato in causa da Lotti. Il suo racconto fu prezioso: rivelò di aver visto Pacciani su un lato della tenda dei francesi munito di pistola e sull’altro lato, con un coltello in mano, Vanni. Aggiunge anche che, per evitare di essere uccisi, venne inviato insieme a Lotti da Pacciani e Vanni ad allontanarsi. La sepoltura di Fernando Pucci è avvenuta nelle scorse ore a Montefiridolfi, in val di Pesa, il piccolo paese nel quale ‘il compagno di merende’ visse.

Daniele Orlandi