Sul letto di morte la madre confessa: “Ti hanno stuprato quando avevi 3 anni, tuo padre lo ha ucciso e seppellito”

La vendetta di un padre adirato, un gesto di giustizia sommaria che avrebbe, secondo l’uomo, protetto la figlia dalla terribile verità: un amico di famiglia ha approfittato della fiducia concessagli per stuprarla quando aveva solamente tre anni. Questa la sconvolgente rivelazione che ha fatto una donna, originaria di La Spezia e che adesso abita in Svizzera, alla procura di Campiglia. La donna era ignara di quanto le era capitato e di quello che aveva fatto il padre, il quale, morto diversi anni fa, si era portato il segreto nella tomba. Lo stesso non è riuscita a fare la madre che, tormentata dal rimorso, sul letto di morte ha confessato l’omicidio e l’occultamento del cadavere alla figlia.

Nell’incredibile racconto fornito dalla donna agli inquirenti non è emersa l’identità del pedofilo (la madre non ha voluto farlo) ma la testimone assicura di essere in grado di condurre la polizia nell’esatto luogo in cui è stato seppellito il cadavere, questo, infatti, si troverebbe in un bosco nella periferia di Campiglia (città vicino Livorno). Ci sono molti dubbi sul racconto della donna, ciò nonostante la procura ha aperto un indagine e si farà accompagnare sul luogo dove afferma sia stato seppellito il cadavere, gli inquirenti hanno chiarito che anche se la storia raccontata corrisponde al vero, il cadavere potrebbe essere difficile da trovare a causa dei mutamenti subiti dall’ambiente nel corso di questi 40 anni.