Milano, crolla su una casa la facciata di una palazzina. Un 18enne: “Sono vivo per miracolo”

A Milano, in via Astico, la facciata esterna di una palazzina è crollata sul tetto di una casa, sfondando la stanza di un ragazzo di 18 anni, Fabrizio Papalia. Il ragazzo è sconvolto, si dice sopravvissuto per miracolo. “Me la sono cavata per un pelo” ha sostenuto il 18enne, che è stato soccorso dai vigili del fuoco sotto choc che gli hanno rimediato una coperta.

Ho visto il soffitto della stanza venire gradualmente giù, e allora ho capito che dovevo cercare di mettermi in salvo il più in fretta possibile: mi sono rannicchiato in un angolo, in pochi metri quadrati, e sono riuscito a evitare che il tetto mi crollasse addosso. Il fatto che il crollo sia stato graduale è stato certamente la mia salvezza” ha raccontato il giovane ai giornalisti de Il Giorno. La madre del 18enne si trovava in cucina è si è salvata anche lei, fortunatamente.

“Io non sono stato colpito dalle macerie, ma sono rimasto incastrato in quell’angolino di stanza: i vigili del fuoco mi hanno liberato, facendomi scendere da una scala” ha raccontato il 18enne sotto choc.
Una tragedia sfiorata: se il crollo fosse avvenuto tutto assieme, il ragazzo avrebbe potuto essere travolto e schiacciato. L’incidente si è verificato alle 17:30 di ieri sera. Sono arrivati sul luogo i carabinieri, il 118 ed i vigili del fuoco. Si indaga per capire la dinamica del crollo.