Jane Fonda si confessa: “Da bambina sono stata stuprata”

Jane Fonda è sempre stata una convinta femminista ed una donna molto attenta alle esigenze delle teenager che rimangono incinta (nel 2001 ha fondato il Jane Fonda Center), un impegno costante le cui motivazioni nascono durante l’infanzia dell’attrice, un lato oscuro della sua vita che non era mai stato svelato prima d’ora: l’attrice americana ha svelato al quotidiano americano ‘The Edit‘ di essere stata stuprata quando era solo una bambina.

Nell’intervista Jane spiega che non ha mai voluto parlare di quanto successo perché le faceva troppo male e perché inizialmente non  riusciva a comprendere la gravità di quel gesto subito: “Ho sempre pensato che in qualche modo fosse stata colpa mia, che non ero stata capace di dire di no nel modo giusto”. Insomma come molte ragazze che subiscono violenza sessuale da giovani si incolpava dell’accaduto, pensava di non essere stata ferma nel suo rifiuto, ma con il tempo ha capito che non serve un no categorico per esprimere un dissenso e che un gentil’uomo non avrebbe mai spinto perché il rapporto avvenisse nonostante il diniego.

Proprio questa consapevolezza maturata con il tempo l’ha convinta ad aprire il centro d’assistenza per adolescenti, l’attrice di Hollywood spiega che: “Pensano solo che non sono state in grado di opporsi. Ma io voglio combattere per far capire a tutte che si tratta di stupro. Siamo state violate e non è mai colpa nostra“.