Roma, suicida la figlia dell’ex rettore dell’Università dell’Aquila

Una notizia che ha destato incredulità e sconforto in tutta la città dell’Aquila. A soli 35 anni, la figlia dell’ex rettore dell’Università dell’Aquila, Ferdinando Di Orio, si è tolta la vita nella sua abitazione.

Veronica Gaia Di Orio abitava infatti a Roma: la 35enne aveva conseguito la  laurea magistrale nel 2007 alla Sapienza di Roma ed era assegnista di ricerca in Storia dell’Arte Contemporanea. Il padre di Veronica Gaia ha guidato l’Università dell’Aquila dal 2004 al 2013, compreso il difficilissimo periodo post-terremoto del 2009. Ferdinando Di Orio, oltre che rettore, è stato anche senatore della Repubblica.

Al momento le motivazioni che hanno portato Veronica Gaia a compiere questo tragico gesto sono ignote. La notizia ha commosso l’intera città, che si è svegliata addolorata e frastornata. In lutto l’intera comunità abruzzese, accademica e non. Cordoglio è stato espresso dal mondo accademico e politico non solo dell’Aquila ma dell’intera regione.

“La notizia giunta da Roma, della giovane Veronica Di Orio, che si è tolta la vita, mi ha sconvolta – le parole della senatrice Pezzopane – Davvero una scelta drammatica. Alla madre e al padre Ferdinando Di Orio, giungano le mie condoglianze. Non conosco le ragioni che hanno indotto Veronica a un gesto così definitivo ed estremo. So soltanto che siamo tanto fragili. Avverto una profonda ingiustizia. Perché Veronica aveva una vita davanti. Un abbraccio a Ferdinando e alla sua famiglia così duramente colpita”.