USA: ragazzo si fa operare per somigliare ad un alieno privo di sesso

Come molti teenager Vinnie Ooh, ragazzo statunitense di 22 anni, non riusciva a sentirsi a proprio agio con il suo corpo, ma a differenza degli altri adolescenti il suo “Vero io” non era intrappolato nell’incertezza tipica dell’età o in un sesso a cui sentiva di non appartenere, bensì in una razza differente: il giovane si sentiva più simile ad un alieno che non ad un umano.

A 17 anni si è recato in ospedale ed ha parlato con diversi chirurgi plastici per pianificare le 110 operazioni che avrebbero mutato i suoi connotati in quelli di un alieno, sebbene l’aspetto di un alieno appartiene ad un immaginario collettivo piuttosto che alle reali sembianze che potrebbe avere. Nonostante l’evidente nonsenso di una tale decisione Vinnie è riuscito a trovare dei medici disposti ad assecondarlo e dopo oltre cento operazioni il suo viso assomiglia a quello di un  alieno appartenente al mondo cinematografico.

Non contento di quanto finora ottenuto il 22 enne americano si prepara all’ennesima operazione, questa volta finalizzata alla rimozione di genitali, capezzoli ed ombelico, il senso di tutto questo? Vinny desidera diventare un essere asessuato, ovvero un essere ibrido e libero da qualsiasi pulsione sessuale, quando poi gli chiedono il perché di questa decisione radicale il ragazzo risponde: “Potrei vivere senza organi sessuali quindi perché dovrei avere un pene o una vagina”.