Firenze, anziano uccide a fucilate la moglie e la figlia disabile e lascia un biglietto per il testamento

Sono state trovate morte nel loro appartamento di Firenze, periferia Brozzi, tre persone: una coppia di anziani, e la loro figlia affetta di disabilità di 40 anni circa. Una tragedia familiare scoperta questa mattina dai Vigili del Fuoco che hanno forzato l’apertura della porta perché la famiglia non stava rispondendo ai parenti, che cercavano in tutti i modi di contattarli. I carabinieri ora si trovano sul luogo della tragedia, di cui stanno cercando di ricostruire la dinamica.

Secondo le prime informazioni, un uomo, di 84 anni, avrebbe ucciso la moglie e la figlia a colpi di fucile e quindi avrebbe rivolto l’arma verso di sé e si sarebbe sparato. I militari questa mattina hanno trovato i loro corpi senza vita: l’oro, la donna di 82 anni e la figlia di 44 anni, disabile. Nell’appartamento è stato sequestrato un fucile, che si ritiene sia l’arma usata per commettere il massacro.

L’uomo avrebbe anche lasciato un bigliettino nel quale disponeva che fare del testamento. Secondo le testimonianze dei vicini il fatto sarebbe avvenuto alle 7.30 di mattina, quando sono stati uditi degli spari. I vicini hanno subito chiamato il 112. Sembra possibile, fra le varie ipotesi prese in considerazione, che moglie e marito siano stati d’accordo nel compiere l’insano gesto.