Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Trump attacca Obama: “Mise i miei telefoni sotto controllo durante la campagna elettorale”

CONDIVIDI

Donald Trump, presidente degli Stati Uniti d’America, ha scritto su Twitter che il suo predecessore Barack Obama aveva messo sotto controllo durante la campagna elettorale. “Ho appena scoperto che Obama aveva messo sotto controllo i telefoni alla Trump Tower poco prima della vittoria. Non fu trovato nulla. Questo è maccartismo”.

“È legale che un presidente in carica faccia intercettazioni sulla corsa presidenziale prima del voto? Su questo già si era pronunciato un tribunale. Toccato di nuovo il fondo” ha scritto Trump all’alba. Trump ha quindi citato il Watergate, cioè lo scandalo che aveva travolto Richard Nixon. “Scommetto che un bravo avvocato farebbe un’ottima causa sul fatto che il presidente Obama intercettava le mie comunicazioni ad ottobre, proprio prima delle elezioni”.

“Da quanto tempo andavano avanti le intercettazioni ordinate da Obama durante il sacro processo elettorale? Questo è il Nixon-Watergate” ha twittato il neo presidente degli Stati Uniti d’America sul suo social preferito. Una stoccata pesante che è finita su tutte le prime pagine dei giornali statunitensi e non solo, e che fa discutere ancora una volta sui limiti, legittimi o meno, alla mania tutta statunitense di spiare’ avversari politici, e non solo.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram