Cerveteri: scontro frontale causa la morte di entrambi i guidatori

Si è conclusa improvvisamente ieri notte la giovane vita di Guenda Bernardini (27 anni), ragazza nativa di Aranova, mentre faceva ritorno da Cerveteri (paesino che dista meno di un chilometro dal suo paese natio) dopo una serata passata con gli amici ed il fidanzato, Luca Dionisio, portiere della squadra del paese.

Un tragico incidente, questa la causa che ha portato alla morte della ragazza, causato forse dal maltempo che ha reso l’asfalto scivoloso e che ha condotto il veicolo guidato dal trentanovenne polacco Rafal Marcin Zarazinski ad invadere la corsia opposta e causare il frontale che è costato la vita ad entrambi. Sul luogo dell’incidente sono arrivati istantaneamente i vigili del fuoco della vicina caserma di Cerenova che, con un lavoro intenso, sono riusciti ad estrarre con rapidità la giovane dal suo abitacolo, poco dopo l’arrivo degli infermieri del 118 che hanno tentato invano di rianimarla per 20 minuti prima di arrendersi all’evidenza e constatarne il decesso, nulla da fare anche per l’altra vittima del sinistro già privo di segni di vita all’arrivo dei soccorritori.

Nel corso della notte gli agenti della polizia stradale hanno esaminato la scena per ricostruire la dinamica dell’incidente concludendo che un elevata velocità del veicolo guidato dal cittadino polacco unita alla scivolosità dell’asfalto bagnato hanno causato questa immane tragedia. Guenda viene ricordata da parenti ed amici come una ragazza responsabile e solare che per il troppo senso del dovere si era congedata prima dall’uscita in modo da essere riposata per il turno di lavoro al Gran Caffè di Cerveteri.