19enne finisce nell’Arno e rischia d’affogare: il vigile si tuffa e la salva – VIDEO –

Era caduta nel fiume Arno e stava per affogare, quando un agente della polizia municipale, l’assistente capo Andrea Rossellini, non ha avuto alcuna esitazione nel gettarsi nel Lungarno alla Zecca Vecchia per trascinarla a riva e per salvarle la vita. Una storia di ordinario eroismo e di altruità quella che è avvenuta ieri a Firenze, dove un vigile ha rischiato la vita per trascinare via una 19enne straniera, caduta nei flutti, dalle acque del Lungarno ed impedirle di affogare.

Repubblica ha raggiunto Rossellini e lo ha intervistato per chiedergli cosa sia avvenuto in quei momenti drammatici. Probabilmente la ragazza si è gettata dal ponte di San Nicolò, dove alcune persone avevano segnalato la sua presenza ed il suo comportamento strano.
“Neppure il tempo di avvicinarci che abbiamo sentito gridare. Siamo corsi al fiume, c’era già gente che guardava in Arno. Ho visto la ragazza trascinata dalla corrente, era già a 30 metri dalla riva” racconta Rossellini.

Non ha esitato: vicino a quella parte di fiume c’era la pescaia di San Niccolò, dove la corrente è molto forte. Rossellini si è gettato in acqua. “E’ stata una cosa istintiva. Fortunatamente l’ho raggiunta in tempo, anche se a un certo punto ho pensato di non farcela. Lei urlava, chiedeva aiuto. Alla fine sono riuscito ad afferrarla e, con difficoltà, per via della corrente, sono faticosamente tornato a riva”.
Il collega, Christian, è riuscito a trascinarli entrambi fuori dall’acqua. La ragazza è provata, ma salva. I due vigili sono stati accolti dal sindaco che li ha ringraziati.

Il video è stato girato da alcuni passanti.