Napoli, Salvini contestato. Lui replica su Facebook: “Le solite zecche”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:16

“Le solite zecche”. Con queste parole il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, ha voluto commentare le contestazioni a suo carico messe in atto da molti manifestanti all’esterno della sede del quotidiano “Il Mattino” di Napoli.

Salvini si trova nel capoluogo partenopeo come ospite di un videoforum che si tiene proprio nella sede del noto giornale napoletano. All’esterno si sono accalcati diversi manifestanti che contestano la presenza del leader del Carroccio in città. Tra gli agitatori e le forze dell’ordine non sono mancati momenti di tensione, culminati in scontri. Le forze dell’ordine hanno rimosso il blocco dei giovani dei centri sociali; agenti in tenuta antisommossa hanno spostato di peso alcuni ragazzi che ostruivano l’ingresso nella sede del giornale. Contatti tra i manifestanti e la polizia sono avvenuti anche a poca distanza, in via Chiatamone. I manifestanti hanno provato a forzare il cordone di sicurezza degli agenti in tenuta antisommossa, ma sono stati fermati.

Duro il commento di Matteo Salvini: “Le solite zecche dei centri a-sociali – ha affermato su Facebook il leader della Lega Nord – non riusciranno a rovinare questo bellissimo sabato al Palacongressi di migliaia di tanti napoletani perbene”. Quando il leader della Lega Nord è riuscito a raggiungere l’interno della sede del giornale i manifestanti si sono allontanati.

 

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!