Scozia, 14enne trovato morto in casa: in un video aveva confessato di essere gay

Una tragedia ha sconvolto una regione della Scozia. Liam McAlpine, 14 anni, è stato trovato morto nella sua camera da letto di Elgin Drive, Glenrothes, Domenica.
Il 14enne, allievo presso l’OMS Glenrothes High School, ha registrato un video dove si è “autoripreso” e parla della sua esperienza a scuola con il fenomeno del bullismo.
“Non si va a scuola per essere tutti i giorni vittima di bullismo – dice Liam – Si va per imparare. La scuola dovrebbe essere un luogo sicuro, ma se uno viene preso di mira tutti i giorni, può esserlo davvero?”.

Le circostanze che hanno portato alla morte di Liam non sono chiare, ma la polizia locale sta indagando su alcuni farmaci che venivano spacciati in alcune scuole della zona e che il 14enne potrebbe aver assunto.

In un altro video, registrato sempre il mese scorso, Liam raccontava la sua omosessualità e lo scherno subito dai compagni di classe per questo motivo.

“A scuola sanno dire solo “Ahahah, sei gay”. Non mi interessa, giudicatemi pure. I miei veri amici mi saranno vicini, i falsi amici andranno a farsi f…”.

Straziante il dolore dei suoi familiari. “Ho il cuore spezzato senza di te Liam, sei stato il miglior fratello che avrei mai potuto avere”, ha scritto la sorella.
La polizia ha confermato che “l’incidente è stato segnalato intorno alle 03:40 di domenica 5 marzo”. Le indagini sono in corso e si stanno concentrando su strani farmaci condivisi dagli adolescenti della zona.