Francia avverte LafargeHolcim sulla partecipazione alla costruzione del muro di Trump

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:24

Il governo francese ha lanciato un avvertimento al colosso del cemento LafargeHolcim in merito alla sua partecipazione, attraverso la vendita di materiale, al progetto di costruzione del muro di confine tra Stati Uniti e Messico voluto da Donald Trump. Il ministro degli esteri Jean-Marc Ayrault, ha invitato l’azienda franco-svizzera, a pensare e valutare con attenzione la decisione, prima di iniziare a fornire materiale per la costruzione del muro, evidenziando le responsabilità sociali ed ambientali direttamente collegate a questa decisione. Il costo del progetto, voluto del neopresidente allo scopo di fermare i flussi di immigrazione clandesina dal Messico agli Stati Uniti, ha un costo stimato tra gli 8 ed i 14 miliardi di dollari, ma secondo gli esperti si tratta di stime al ribasso e a conti fatti si potrebbero superare addirittura i 25 miliardi di dollari.

L’amministratore delegato di LafargeHolcim Eric Olsen, ha dichiarato: ‘siamo pronti a fornire il nostro materiale per ogni tipo di progetto infrastrutturale negli Stati Uniti. Siamo leader nel cemento, dunque forniremo tutti i nostri clienti e siamo qui per sostenere la costruzione e lo sviluppo degli Stati Uniti”. L’azienda frutto dell’unione tra la francese Lafarge e la sua controparte svizzera Holcim è nata nel 2015 allo scopo di creare la più grande impresa al mondo nella produzione e vendita di materiali da costruzione. Nei mesi scorsi è finita nel mirino dei media in seguito all’accusa di aver trattato con il Califfato per prolungare la produzione a Jalabiya, e di aver finanziato di fatto l’Isis.

E la scorsa settimana l’azienda ha ammesso di fornire fondi ad ‘alcuni gruppi armat’ in Sirial Ayrault ha sottolineato, in merito allo scandalo della Siria, che Lafarge ‘dovrebbe pensare ai propri interessi’ ovvero a come i clienti di tutto il mondo stanno giudicando con sorpresa e stupore quanto venuto alla luce. Ma nonostante questo il colosso punta ad essere uno dei grandi vincitori del massiccio programma di investimenti nel Paese guidato da Trump che prevederà la realizzazione o il miglioramento di ponti, gallerie, strade ed aeroporti.

Daniele Orlandi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!