Incendio in un orfanotrofio in Guatemala: 22 morti, una ventina di feriti

Tragedia in Guatemala, dove un incendio è scoppiato all’interno di un locale adibito ad orfanotrofio. I pompieri giunti sul luogo dell’incendio, che è avvenuto in una cittadina non molto distante dalla capitale del Paese, hanno parlato di 22 morti e di almeno una ventina di feriti. Mario Cruz, il portavoce del dipartimento di volontari dei vigili del fuoco, ha sostenuto alla stazione radio Emisoras Unidas che le fiamme sono state quasi del tutto domate.

L’orfanotrofio in questione era stato al centro di grosse polemiche nel passato. Si parlava di abusi, di sovraffollamento, di bambini che fuggivano. Proprio martedì vi era stata una rivolta in una struttura poco distante e almeno una sessantina di bambini, fuggendo, avevano denunciato di aver subito abusi e violenze.

Secondo le prime testimonianze, l’incendio sarebbe  scoppiato in seguito ad una protesta cominciata il giorno prima: alcuni ospiti del centro avrebbero quindi dato fuoco ai loro materassi. L’incendio sarebbe cominciato nei dormitori di Hogar Seguro Virgen de la Asuncion, che si trova a San Josè Pinula. Parenti ed amici delle vittime sono corsi sul luogo del disastro per avere notizie.
La commissione parlamentare per la famiglia aveva deciso di chiudere il centro, a causa “dello stato abietto in cui si trovano i bambini nel nostro Paese, vittime di maltrattamenti inflitti dalle stesse istituzioni che dovrebbero proteggerli”.