India: neo mamma di 72 anni spiega le difficoltà della sua gravidanza

Lo scorso aprile Daljinder Kaur, donna indiana di 73 anni, ha dato alla luce il suo primo figlio Armaar, un parto eccezionale data la sua età che le ha comportato enorme fatica ma che adesso la riempe di gioia. Dopo una vita matrimoniale soddisfacente ma priva della gioia del parto a causa dei problemi di fertilità del marito, Mohinder Singh Gill (80anni), la coppia ha deciso di provare con un trattamento in una clinica di fertilità ad avere un bambino.

Partiti dal loro paese d’origine Amritsar sono andati nella clinica della fertilità di Hisar per ricevere il trattamento e sottoporsi ad una nuova sfida. Inizialmente, considerata l’età della paziente, i medici hanno mostrato qualche resistenza ma dopo i risultati delle analisi si sono convinti che c’erano le possibilità per portare avanti la gravidanza. Il successo dell’inseminazione ha portato ad una gravidanza travagliata, la donna perennemente sotto controllo dei medici ha dovuto lottare con una pressione sanguigna elevatissima e forti dolori alle giunture, ma il tutto si è risolto con qualche antidolorifico ed una dieta ferrea.

A quasi un anno di distanza da questo parto record Daljinder spiega a ‘Metro.co.uk‘ che non pensava che la gravidanza fosse così difficoltosa:”Sin dal primo istante sono stata costretta a letto non pensavo fosse così dura, è stato veramente difficile“, suo marito invece si è detto contento della possibilità di essere padre: “All’inizio ero sconvolto, non pensavo di poter avere un bambino, ma adesso mi sento pronto alla paternità“. Il prossimo mese la coppia porterà Armaar al tempio di Amritsar per essere benedetto da Dio.